Una normativa da non sottovalutare !!!

Avatar utente
Marco Guerrato
Staff
Staff
Messaggi: 622
Iscritto il: 27/11/2008, 11:57
Skype: marcoguerrato
Località: Segrate (MI)
Contatta:

Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda Marco Guerrato » 11/04/2011, 20:35

Ciao a tutti,
oggi sono venuto a conoscenza di questa normativa ancora da approvare e definire:

http://www.governo.it/Governo/Provvedim ... sp?d=60477

Di fatto il Governo dovrebbe emanare una legge che identificherà quali riquisiti dovrà avere un tecnico installatore o una ditta per collegare qualsiasi cosa ad una rete pubblica.

Si evince che per qualsiasi cosa nel nostro caso saranno le centrali di antifurto, videosorveglianza, anti incendio, modem router, combinatori telefonici, ecc. ecc.

Di fatto la normativa non l'hanno ancora decisa ma le multe sembrerebbero propio di si.

ART. 2

(Allacciamento dei terminali di telecomunicazione alle interfacce della rete pubblica)

1. Gli utenti delle reti di comunicazione elettronica sono tenuti ad affidare i lavori di installazione, di allacciamento, di collaudo e di manutenzione delle apparecchiature terminali di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a), numero 1), che realizzano l’allacciamento dei terminali di telecomunicazione all’interfaccia della rete pubblica, ad imprese abilitate secondo le modalità e ai sensi del comma 2.

2. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo, il Ministro dello sviluppo economico, adotta, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, un decreto volto a disciplinare:

a) la definizione dei requisiti di qualificazione tecnico-professionali che devono possedere le imprese per l’inserimento nell’elenco delle imprese abilitate all'esercizio delle attività di cui al comma 1;

b) le modalità procedurali per il rilascio dell’abilitazione per l’allacciamento dei terminali di telecomunicazione all’interfaccia della rete pubblica;

c) le modalità di accertamento e di valutazione dei requisiti di qualificazione tecnico-professionali di cui alla lettera a);

d) le modalità di costituzione, di pubblicazione e di aggiornamento dell’elenco delle imprese abilitate ai sensi della lettera a);

e) le caratteristiche e i contenuti dell’attestazione che l’impresa abilitata rilascia al committente al termine dei lavori;

f) i casi in cui, in ragione della semplicità costruttiva e funzionale delle apparecchiature terminali e dei relativi impianti di connessione, gli utenti possono provvedere autonomamente alle attività di cui al comma 1.

3. Chiunque, nei casi individuati dal decreto di cui al comma 2, effettua lavori di installazione, di allacciamento, di collaudo e di manutenzione delle apparecchiature terminali di cui all’articolo 1, comma 1, lettera a), numero 1), realizzando l’allacciamento dei terminali di telecomunicazione all’interfaccia della rete pubblica, in assenza del titolo abilitativo di cui al presente articolo, è assoggettato alla sanzione amministrativa pecuniaria da 15.000 euro a 150.000 euro, da stabilirsi in equo rapporto alla gravità del fatto.

4. Chiunque nell’attestazione di cui al comma 2, lettera e), effettui dichiarazioni difformi rispetto ai lavori svolti è assoggettato alla sanzione amministrativa pecuniaria da 15.000 euro a 150.000 euro, da stabilirsi in equo rapporto alla gravità del fatto.



Rimango molto, ma molto perplesso.

Avatar utente
marcomix70
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 153
Iscritto il: 05/07/2009, 11:09
Skype: sevimpianti
Località: Milano
Contatta:

Re: Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda marcomix70 » 13/04/2011, 18:12

Ciao, qualcosa si sta muovendo dal CNA e Confartigianato impianti:

17 Gennaio 2011
APPARECCHIATURE TERMINALI DI COMUNICAZIONE - Lettera al Ministro Romani di CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti
Chiesta una semplificazione degli obblighi per le imprese tramite l’unificazione dei requisiti abilitativi

CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti hanno inviato unitariamente una lettera al Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani nella quale viene sottolineato quanto il Decreto Legislativo del novembre scorso ed il previsto decreto attuativo da emanare entro un anno, rischino di creare sconcerto nel mercato e mettere in difficoltà migliaia di imprese del settore che operano nelle telecomunicazioni via etere e nell'installazione di reti dati, oltre a perpetuare rendite di posizione anacronistiche per un ristretto numero di imprese.

Per ovviare a questo aspetto e per semplificare oneri ed obblighi per le imprese, così come recita l’art. 35 del Decreto Legge 25 giugno 2008 n. 112 che prevede semplificazioni della disciplina per l’installazione degli impianti all’interno degli edifici, è stato proposto al Ministro Romani di far rientrare questa fattispecie di imprese all’interno delle definizioni previste dal DM 37/08, articolo 2, lettera b) “Impianti radiotelevisivi ed elettronici” evitando la sovrapposizione tra la normativa in materia di installazione impianti (DM 37/08) e quella specifica sugli impianti telefonici interni ed unificando in tal modo i requisiti abilitativi necessari a svolgere l’attività di installazione delle apparecchiature terminali abilitate a comunicare con la rete pubblica di telecomunicazioni.

Speriamo serva a qualcosa.
Ciao a tutti e grazie.

Marco

Avatar utente
Patrizio Bosello
Produttore sicurezza
Produttore sicurezza
Messaggi: 418
Iscritto il: 02/10/2008, 13:35
Località: Padova
Contatta:

Re: Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda Patrizio Bosello » 13/04/2011, 21:47

Bah, secondo me, solo a leggerlo, il decreto l'hanno buttato lì di malavoglia solo per conformarsi agli obblighi della direttiva comunitaria.
La cosa più logica da fare è proprio quella citata da Marcomix70, far rientrare il tutto nella lettera apposita della CCIAA, magari inventarsi l'obbligo di sostituire il tester cinese ad ago con uno elettronico e far trovare dentro ad un ovetto Kinder un oscilloscopio da montare .
Ah, dimenticavo... e di compilare una bella richiesta allegando la ricevuta d'acquisto dell'ovetto Kinder da inviare per raccomandata a qualche ufficio presso una commissione appositamente creata, tanto per buttar sù un po' di gente a grattarsi, e richiedere un versamentino, per il disturbo, di qualche centinaio di euro...
E tutto proseguirà nella pace inutile delle mille (al giorno) direttive europee inutili a scopo inutile e a controllo zero.

Vedremo come andrà verso fine ottobre (un giorno prima che scada il termine per la pubblicazione del regolamento attuativo, non penserete che ci facciano sapere qualcosa prima, vero? La tradizione del last minute in Italia è istituzionale per il parlamento, il governo e le compagnie low-cost. ... A leggere bene forse se ne trova traccia anche nella Costituzione -;))))

Portemo pasiensa... panta rei, os potamos, come diceva quel burlone saggio di Eraclito, e quindi... perchè angustiarsi ? Passerà...

Ciao !
Occuparsi di sicurezza è una professione seria, anche se in Italia si fa di tutto per negarlo quotidianamente.

carlo c.
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 7
Iscritto il: 09/06/2015, 14:12

Re: Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda carlo c. » 14/09/2015, 18:24

Sono curioso, come è andata a finire questa storia? A me, alla scadenza periodica continuo a rinnovarla. (parlo della licenza per installazione telefoni) C. P.S. Ormai con i vari SOA, IMQ, ISO. Ecc. Ecc. Debbo tenere in Ditta una persona apposita e il portafoglio aperto per i vari balzelli e, per carità di Patria, mi fermo qui.

Avatar utente
Patrizio Bosello
Produttore sicurezza
Produttore sicurezza
Messaggi: 418
Iscritto il: 02/10/2008, 13:35
Località: Padova
Contatta:

Re: Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda Patrizio Bosello » 16/12/2015, 4:11

Mi risulta che il patentino per l'allacciamento alle reti pubbliche di apparati per la comunicazione (telefonia e reti dati) sia stato abrogato già nel 2013

DECRETO-LEGGE 21 giugno 2013, n. 69
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/ ... 3G00116/sg

All'articolo 10
3. Al decreto legislativo 26 ottobre 2010, n. 198, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) l'articolo 2 e' soppresso;
b) all'articolo 3 il comma 2 e' sostituito dal seguente: "2. Il decreto del Ministro delle poste e telecomunicazioni 23 maggio 1992,
n. 314, e' abrogato".

Saltellando tra DL e DM vari e regolamenti vecchi e nuovi, con un po' di fatica si arriva a capire che il patentino e relative implicazioni sono morti.

Il DL 198 del 26 ottobre 2010 è quello citato in questo thread da Marco Guerrato » 11/04/2011, 20:35

Il DECRETO MINISTERIALE 23 maggio 1992, n. 314, (abrogato dal DL qui sopra) è quello che rendeva obbligatorio l'impiego di aziende munite di patentino
Per i nostalgici è qui
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/ ... 92G0344/sg (è l'articolo 4)

: shock : : shock : : shock : : shock : : shock : : shock :
Occuparsi di sicurezza è una professione seria, anche se in Italia si fa di tutto per negarlo quotidianamente.

Avatar utente
Marco Guerrato
Staff
Staff
Messaggi: 622
Iscritto il: 27/11/2008, 11:57
Skype: marcoguerrato
Località: Segrate (MI)
Contatta:

Re: Una normativa da non sottovalutare !!!

Messaggio da leggereda Marco Guerrato » 17/12/2015, 19:33

Ciao Patrizio,
il decreto ha fatto inca..are tutte le aziende che avevano richiesto l'Autorizzazione ITI da poco con esborsi mica da ridere per la sola strumentazione (di cui in parte non più in produzione come ad esempio l'impulsografo) e quasi 500 euro l'anno di concessione governativa.
Senza contare tutto quello che necessitava per avere l'autorizzazione che con la classe più minima ti permetteva di installare 140 punti telefonici (o dati) all'interno di una azienda.
Io nel 2010 cercai di ottenerla e l'incaricata del Ministero delle Comunicazioni mi disse di ASSUMERE ANCHE SOLO PER UN PAIO DI MESI 2 TECNICI solo per far figurare di avere dei dipendenti, e di cercare l'IMPULSOGRAFO nei mercatini dell'usato.
In pratica la solita ITALIANATA.
Posso provare quanto dico andando a leggere il mio camerale.
Non mi spiace dire che all'alba del 2016 tutta questa gente legata a leggi e normative fuori tempo (per non dire che sono indietro anni luce) mi provoca una tristezza infinita, ed è pure pagata con le Nostre Tasse.

Ma che tristezza.

: Hurted :


Torna a “Notizie e info varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti