Impianto allarme Comelit: consigli

Richieste private, di assistenza e aiuto
ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 01/04/2014, 21:13

€urotech ha scritto:Ciao, dal manuale:

Cablaggio dell'ingresso 24 ore della centrale
L'ingresso 24 ore può solo essere confi gurato come doppio bilanciato. Fare riferimento quindi al relativo paragrafo per informazioni sul corretto
collegamento delle linee tamper.


Inoltre credo che ogni zona si possa configurare singolarmente quindi il problema non si pone ma volendo puoi mettere le due resistenze al contatto tamper come da schema (in serie sembra).


Ma se metto due resistenze in serie al contatto tamper, senza cortocircuitarne una con un contatto chiuso, con il doppio bilanciamento la centrale segnalerà un allarme equivalente ad una intrusione... : wonder :
Ale

€urotech
Utente con > 50 post
Utente con > 50 post
Messaggi: 69
Iscritto il: 29/05/2008, 20:08

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda €urotech » 01/04/2014, 22:23

Secondo me sbagli, se lo schema è corretto, la zona legge il valore di una resistenza in condizioni di riposo assoluto (contatto allarme NC), il valore delle 2 resistenze in serie in allarme (contatto allarme NA) e aperto (infinito) in condizioni di tamper (contatto tamper aperto) : wonder :

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 01/04/2014, 23:04

€urotech ha scritto:Secondo me sbagli, se lo schema è corretto, la zona legge il valore di una resistenza in condizioni di riposo assoluto (contatto allarme NC), il valore delle 2 resistenze in serie in allarme (contatto allarme NA) e aperto (infinito) in condizioni di tamper (contatto tamper aperto) : wonder :


Ricapitoliamo perché altrimenti non ci si capisce e magari continuiamo a ridirci le stesse cose.
Dispongo di tre contatti tamper chiusi, sirena interna sirena esterna e antisabotaggio centrale.
Se collego tre contatti su tre ingressi differenti posso configurarli come singolo bilanciamento. E qui non ci sarebbero problemi perchè basterebbe entrare nel software della centrale per modificarlo. Ma io non voglio toccarlo!
Se volessi usare l'ingresso 24H per il doppio bilanciamento devo collegare una resistenza in serie al tamper e una seconda resistenza che viene esclusa da un secondo contatto chiuso. Così succede che:
€urotech ha scritto:...la zona legge il valore di una resistenza in condizioni di riposo assoluto (contatto allarme NC), il valore delle 2 resistenze in serie in allarme (contatto allarme NA) e aperto (infinito) in condizioni di tamper (contatto tamper aperto) : wonder :

esattamente come tu scrivi.
Ma nel post precedente
€urotech ha scritto:...credo che ogni zona si possa configurare singolarmente quindi il problema non si pone ma volendo puoi mettere le due resistenze al contatto tamper come da schema (in serie sembra).

hai ventilato di collegare un solo contatto in serie a due resistenze e non ad una sola. Che tipo di bilanciamento è quello con due resistenze in serie ad un solo contatto ?
Ale

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4115
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 01/04/2014, 23:25

Perdona l'ot Ale ma ritengo sarai conque costretto a toccare la programmazione della centrale, non vedo come potresti avviare un impianto senza farlo : Blink :

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 01/04/2014, 23:40

Davide Marcomini ha scritto:Perdona l'ot Ale ma ritengo sarai conque costretto a toccare la programmazione della centrale, non vedo come potresti avviare un impianto senza farlo : Blink :

Certo c'è la possibilità che qualcosa debba toccare ma garantisco che sarà solo l'indispensabile. Cerco di mantenere le impostazioni di default il più possibile. Andare a modificare un parametro della centrale, da inesperto mi risulta molto più complicato che adeguare l'impianto. Che poi non è che debba adeguare chissà cosa. Praticamente le impostazioni di default corrispondono a tutte le esigenze.
E per avviarlo dovrei accedere tramite la tastiera a opzioni relativamente semplici... : wink :
Ale
P.S. Prima era apparso un messaggio dello staff che ora è sparito. Come mai ? ....
Ultima modifica di ale0703 il 01/04/2014, 23:43, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4115
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 01/04/2014, 23:42

Sarà che sono abituato a cose diverse

: laugh : : laugh : : laugh :

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 01/04/2014, 23:52

Davide Marcomini ha scritto:Sarà che sono abituato a cose diverse

: laugh : : laugh : : laugh :

Sicuramente perché tu sei un esperto mentre io no. : wonder : Caratterialmente poi, se una cosa non riesco a farmela entrare in zucca, ho una sorta di rifiuto. Poi una volta capita un pochino parto per la tangente e tutte le remore spariscono.. : good :
Divento quasi un esperto anche io... : Lol :
Che vuoi forse sono come un motore diesel. A scaldarmi ci metto un po' ma poi......
Ale

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 06/06/2014, 23:04

Buona sera
A distanza di oltre un mese riprendo questa discussione per alcuni aggiornamenti
L'impianto in questione l'ho terminato oggi. Ho dato alimentazione per testarlo e per programmarlo e purtroppo si sono presentati due problemi seri.
Problema numero 1 : Disattivare l'allarme in modo definitivo.
Ogni qualvolta devo aprire la centrale per collegare il pc per eseguire la programmazione, l'allarme suona perché non sono riuscito a trovare come disattivarlo in modo definitivo. Il contatto antimanomissione della centrale è collegato all'ingresso H24 ma non ho trovato nulla su come disattivare la funzione per "servizio". In futuro prevedo di aprire la centralina per inserire una SIM card e per fare delle configurazioni e non vorrei far suonare l'allarme.
Secondo problema. Ho dovuto inserire un modulo di espansione per aumentare gli ingressi a disposizione perché quelli della centrale erano insufficienti.
Tramite software ho fatto lo scanning dell'impianto, che mi ha rilevato il modulo di espansione. Dopo averlo abilitato però il sistema non rivela i tre sensori collegati. Dove posso aver sbagliato ?
Quindi riassumendo due domande di cui attendo con fiducia una risposta: come disattivare il contatto antimanomissione in modo da poter aprire la centralina ogni volta che ne ho bisogno senza scatenare le ire del vicinato e senza spaccarmi i timpani con la sirena interna e poi come fare in modo che il programma mi rilevi i 3 sensori collegati sulla scheda di espansione, che è collegata via BUS 485.
Grazie a tutti
Ale

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4115
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 07/06/2014, 14:09

Ciao, sempre parlando in generale, le centrali entrano in modalità "servizio" accedendo con un codice installatore da una tastiera, alcune vi rimango fino all'uscita dal menù altre di danno solo il tempo di aprire il box ma poi devi escludere i tamper manualmente. Non so quale possa essere il tuo caso.
Per quanto riguarda gli ingresso dell'espansione, forse sono disabilitati o non associati ad alcuna area/partizione/programma?

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 08/06/2014, 23:43

Il programma di configurazione Safe Manager si presenta con la struttura di una normale finestra di Windows divisa a metà. In quella di sinistra ci sono le varie periferiche, tutti i componenti che compongono un impianto. In quella di destra ci sono le varie opzioni di attivazione e di personalizzazione. Posso dirti cosa ho fatto io.
1) Eseguito lo scan dell'impianto che mi ha rilevato l'espansione
2) Selezionato la cartella "Espansioni su BUS"
3) Attivata la scheda di espansione.
4) Selezionato la scheda "Zone cablate" dove gli 8 ingressi dell'espansione sono stati aggiunti
5) Abilitati i 3 ingressi rispondenti alla scheda di espansione
6) Eseguita lettura di tutti gli ingressi delle zone cablate. Tutti gli ingressi collegati alla scheda madre mi hanno dato esito positivo. Mi hanno correttamente dato il valore in ohm della linea resistenza di bilanciamento. Ho provato anche a simulare una effrazione e il valore della resistenza si è correttamente modificato. Quelli della scheda di espansione invece non hanno dato segni di vita, facendo apparire un messaggio di errore.
Ale

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 08/06/2014, 23:43

Il programma di configurazione Safe Manager si presenta con la struttura di una normale finestra di Windows divisa a metà. In quella di sinistra ci sono le varie periferiche, tutti i componenti che compongono un impianto. In quella di destra ci sono le varie opzioni di attivazione e di personalizzazione. Posso dirti cosa ho fatto io.
1) Eseguito lo scan dell'impianto che mi ha rilevato l'espansione
2) Selezionato la cartella "Espansioni su BUS"
3) Attivata la scheda di espansione.
4) Selezionato la scheda "Zone cablate" dove gli 8 ingressi dell'espansione sono stati aggiunti
5) Abilitati i 3 ingressi rispondenti alla scheda di espansione
6) Eseguita lettura di tutti gli ingressi delle zone cablate. Tutti gli ingressi collegati alla scheda madre mi hanno dato esito positivo. Mi hanno correttamente dato il valore in ohm della linea resistenza di bilanciamento. Ho provato anche a simulare una effrazione e il valore della resistenza si è correttamente modificato. Quelli della scheda di espansione invece non hanno dato segni di vita, facendo apparire un messaggio di errore.
Ale

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 11/06/2014, 18:05

Eccomi qua, come avevo promesso. Innanzi tutto allarme OK! Installato e funzionante. :ok: Ovviamente il merito è tutto dei tecnici della Comelit =D> che, grazie alla connessione a internet e ad un programmino, (Team Viewer Comelit) si sono connessi al sistema e me lo hanno programmato.
Ora un riepilogo di ciò che è stato fatto per fugare dubbi, incongruenze con quanto detto e con quanto scritto sulla documentazione.
1) Dal punto di vista circuitale era tutto regolare. La linea bus con i terminali ai capi della 485 chiusi tramite jumper. Confermo che l'indirizzo bus, per una sola espansione, non deve essere modificato, mentre sulle istruzioni c'è scritto che ogni componente deve avere un proprio indirizzo. Qui è facile sbagliare, a causa di una interpretazione del manuale non corretta, in quanto , a mio modesto avviso, leggermente fuorviante.
L'unico errore imputabile a me al 100% :? è stato quello di invertire due IR sugli ingressi, ma è una cosa banale: determinava solo l'avviso invertito, senza causare malfunzionamenti
2) Per quanto concerne la disattivazione della linea H24, si deve entrare col codice utente nella programmazione (premendo CODICE UTENTE + PROG) selezionare dal menù COMANDI e ABILITA INSTALLATORE, così come correttamente scritto sulle istruzioni. Poi bisogna tornare all'inizio del menù ed accedere col codice installatore alla programmazione, premendo CODICE INSTALLATORE + PROG.
Ora l'installatore è stato abilitato dall'utente e può operare.
Da adesso in poi (come non sta scritto sulle istruzioni da nessuna parte...) si hanno due minuti di tempo per aprire la centralina e inserire il Jumper JP7, che sarebbe quello di servizio. Da questo momento si hanno 4 ore di tempo per eseguire tutte le operazioni del caso, programmare, eseguire la manutenzione, modificare parti di circuito ed eseguire qualsiasi altra operazione.
Una volta terminato tutte le operazioni si deve ritornare all'inizio del menù e accedere ancora come installatore premendo ancora i tasti CODICE INSTALLATORE + PROG. Da adesso in poi si hanno ancora due minuti di tempo per rimuovere il jumper JP e chiudere la centralina (come non sta scritto sulle istruzioni da nessuna parte...). Superare i 2 minuti significa far intervenire l'allarme con conseguente memorizzazione dei codici di sabotaggio e con tutto ciò che ne consegue.
3) La programmazione della centralina era impossibile perché il firmware non era corrispondente al database della programmazione che avevo salvato. Qua l'errore è stato quello di non aver letto la sua versione. Il programma Safe Manager è valido per tutte le centrali serie VEDO. Quando si carica il programma si deve creare un progetto, che di default può anche non corrispondere alla versione della centrale. Quindi bisogna accedere alla pagina PARAMETRI DI SISTEMA, abilitare l'installatore (un'altra volta... :? ) verificare la versione del firmware. Qui sono intervenuti i tecnici Comelit che dal loro sito mi hanno scaricato e aggiornato il firmware. Avrei potuto farlo anche io, perché è previsto nel menù del programma, ma lo hanno fatto loro per non costringermi a riconfigurare tutto dall'inizio. Anziché fare il progetto in funzione del firmware preesistente è stato aggiornato il firmware e reinserito il programma. E' stato un po' come se al mattino mi fossi vestito prima di lavarmi la faccia.... :lol: Quindi bisogna scegliere non solo il modello della centrale (10 / 34 / 68) ma anche il firmware affinché il progetto modificato secondo le proprie esigenze / funzioni / hardware installato, sia corretto e non venga tutto vanificato. Anche queste informazioni sono scritte ma cadere in errore è molto facile, specialmente per chi non ha molta dimestichezza.
4) Sulla pagina STRUMENTI c'è l'opzione CONTROLLO CENTRALE (REAL TIME)
Con questa funzione si ha una situazione reale di tutti i componenti dell'impianto, si possono testare tutti i sensori e gli IR, simulando l'intrusione di un ladro.
L'opzione SCAN IMPIANTO invece serve per analizzare l'impianto e verificare tutte le componenti installate. Se si sbaglia e non si installa correttamente il componente questi non viene rilevato.
5) Una volta configurato tutto l'impianto, abilitato ciò che serve e disabilitato ciò che è inutile (ricordo ancora che i progetti sono standard, contengono elementi che nel proprio progetto possono non essere installati, ma questo è spiegato sulle istruzioni) i parametri del progetto devono essere inviati alla centrale perché da sola la centrale, NON MEMORIZZA LE MODIFICHE E LE FUNZIONI CHE NOI ABBIAMO FATTO.
Quindi bisogna inviarli premendo la "freccia in su" che si trova sulla barra degli strumenti.
E qui stava proprio il problema perché il database vecchio era incompatibile con il database del progetto nuovo. Ogni volta che tentavo di caricare le modifiche ottenevo un messaggio di errore, che mi diceva che il DB 23 del nuovo progetto era incompatibile col DB 22 della centrale. Questo sempre a causa del firmware.

Questo è tutto, spero che la mia esperienza possa servire ad altre persone e che possa chiarire eventuali dubbi e/o incomprensioni. La lettura dei manuali purtroppo a volte può indurre in errore perché sono carenti su alcune funzioni importanti (vedi disattivazione tamper) oppure, complice un po' di superficialità nella lettura e un po' di inesperienza, leggermente dispersivi.
Grazie dei vostri consigli e della pazienza che mi avete riservato.
Ale O_/

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4115
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 12/06/2014, 14:04

Grazie per il prezioso feedback, tornerà sicuramente utile a qualcuno.
Sono felice che alla fine tutto si sia risolto al meglio e notavo da alcuni passsaggi, JP7, abilitazione installatore ecc, la similitudine con le centrali Elkron.

ale0703
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 15/03/2014, 23:45

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda ale0703 » 12/06/2014, 22:05

Non c'è di che. Era il minimo visto il prezioso aiuto che ho ricevuto.
: drinks : Ale

secco848
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 31/12/2015, 15:17

Re: Impianto allarme Comelit: consigli

Messaggio da leggereda secco848 » 31/12/2015, 20:37

Salve... sono nuovo del forum, mi sono iscritto per avere dei consigli dove possibile per finire di installare l'allarme comelit vedo 34 con modulo IP e modulo pal per telecamere in remoto... chiedevo si può configurare senza il programma safe manager?
Grazie in anticipo


Torna a “Il professionista risponde”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti