Fare gruppo serve?!

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 23/12/2010, 18:57

Avrei voluto ri affrontare questo argomento qualchegiorno fa....
ma ho evitato perchè (e mi ci metto pure io) fondamentalmente siamo una manica di pirla...(senza offesa è un modo di dire) ... : friends :
qui tutti sembrano interessati a formare un gruppo una associazione un qualcosa..........
ma alla fine si resta in 4 o 5......... dai ragazzi solo se si chiedono 100 euro per formare una associazione la metà degli interessati sparisce... il restante 30 % comincia a dire cosa ci guadagno dove finiscono i soldi chi li gestisce........ ecc ecc ecc e sparicono pure quelli ... e si resta in 4 o 5........
bo forse mi è scappato l'entusiasmo e quelle 100 euro sarà + probabile che le dono al forum...
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 24/12/2010, 3:23

Grazie ragazzi dell'accoglienza, possiamo sentirci in privato quando volete.

Ciao Eddy, ciao Emanuele con Davide e Carmine ci siamo già sentiti via skype.

Emanuele ha ragione, siamo tutti dei pirla, ma credetemi, io sono il pirla più pirla di tutti, perché io alla sicurezza professionale ci ho creduto davvero, fino al punto di perdere decine di potenziali clienti per non scendere a compromessi sulla qualità dei prodotti e del lavoro.

Anni di corsi, di studi di ricerca e mesi spesi a testare apparati per vedermi poi soffiare clienti da aziende che vendono la cacca spacciandola per oro.

Molte piccole e medie aziende di veri professionisti sono in difficoltà, non perché qualcuno è più bravo di loro, ma solo perché è più scaltro, più bugiardo, più incompetente. Gente senza scrupoli che inganna il cliente finale approfittando della poca conoscenza che esiste in questo campo, che per ragioni di sicurezza, la nostra categoria ha scelto di non divulgare.

Ora iniziano i produttori, che con la scusa di aiutarci ad arrivare al cliente finale, cercano loro stessi di accaparrarsi fette di mercato scegliendo poi sulla loro discrezionalità, non basata sulla professionalità, ma solo sul guadagno, quali aziende sfruttare.

Per non parlare degli istituti di vigilanza che pur di acquisire un cliente, gli vendono soluzioni che con la sicurezza non centrano niente.

Per non parlare delle grandi società di telecomunicazioni, che stanno scendendo in campo con le loro soluzioni di sicurezza, che per loro sono solo un business, tipo quello dei centralini telefonici.

E che dire degli elettricisti, che prima montano apparati di basso costo e pure male, e poi ci vengono a cercare per aiutarli a risolvere i problemi ed evitargli brutte figure con il cliente.

Poi ci sono i dopolavoristi che guadagnano più di noi e che non pagano nemmeno le tasse.

Mi fermo qui perché questo già basta.

Il vero problema è la cultura, nessun venditore di auto, si sognerebbe di dire a un suo cliente che un’utilitaria e meglio di una automobile di lusso. Non lo può fare perché in questo settore c'è una cultura diffusa, e se anche tu non c'è la hai, ti basta chiedere ad un amico.
Solo dove non esiste la cultura, un venditore può vendere un kit cinese comprato a 59$ e rivenderlo a 350€ (senza fornire l'installazione) affermando che è un antifurto sicuro. Lo può fare solo perché non esiste conoscenza diffusa.

Insomma è vero che questo sta succedendo in molti settori, ma per noi la difesa è impossibile, perché noi non possiamo fare cultura, sarebbe necessario far conoscere i punti deboli degli apparati a basso costo ed avere poi il rimorso di avvantaggiare i ladri (che poi di cultura sull'argomento c'è ne hanno più di molte delle categorie sopra citate).

Purtroppo la cultura e la conoscenza diffusa, si formano in decenni e, quando questa inizierà a formarsi, se mai si formerà (perché le categorie citate sopra non hanno nessun interesse che questa si formi); la nostra categoria professionale sarà sparita dalla circolazione.

Insomma dobbiamo deciderci ho rimaniamo inermi a vedere il declino della nostra figura professionale, l'unica che ha cercato di tutelare veramente il cliente in questi anni, o noi dobbiamo infondere cultura.

Ho elaborato delle idee e tecniche per infondere questa cultura e sopratutto danneggiare alcune di quelle figure sopra citate.
Ho in mente una guerra senza esclusione di colpi che, anche se lascerà molti feriti in campo, farà sempre meno danni di quelli che fanno coloro, che vendono giocattoli affermando che sono sistema di sicurezza.

Vi ricordate quando a una fiera un’azienda presentò la chiave elettronica keybit, e fece vedere come la maggior parte di quelle in commercio si aprivano con le scariche di un accendino piezoelettrico, tutti si scandalizzarono, ma poi dopo qualche anno il problema è stato risolto, gli apparati di disinserimento non si mettono più all'esterno.
Quanti furti ha causato quella conoscenza, sicuramente molti di meno di quelli che ha evitato.

Insomma, visto che vi vedo belli arrabbiati, spero che condividiate con me l'idea che non è giusto, che la categoria che ha creato la sicurezza professionale debba scomparire, per lasciare il posto a quelli che fanno solo business approfittando dell'ignoranza dell'utente finale.

A presto
Roberto
Ultima modifica di Roberto Videoallarmi il 24/12/2010, 15:52, modificato 1 volta in totale.
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 24/12/2010, 13:59

Roberto ... che ti devo dire hai RAGIONE...... anzi RAGIONISSIMO...
Azz Roberto mo vedi cosa scateni con la storia degli elettricisti : laugh : : laugh : : laugh :
Io questa frase l'ho detta l'anno scorso......... non ti dico : punizione :
Ciao By Ema
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 30/12/2010, 11:04

Ciao Emanuele

Ho aspettato un po' per vedere le reazioni di qualche elettricista, sono contento che non c'è ne siano state perché la mia non voleva essere una polemica verso tutta la categoria, ma solo verso coloro che affrontano lavori senza avere la giusta preparazione tecnica.
Vuol dire che gli elettricisti che frequentano il forum sono dei veri professionisti.

Per il resto mi iscrivo alla sezione riservata degli installatori del sito, dove poi vorrei aprire una discussione sulle strategie di marketing che la nostra categoria, secondo me, dovrebbe attuare.

Saluti e Auguri a tutti
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 30/12/2010, 18:43

GCU (GPS Crysis Unit): La vera novità di Maze è il GPS Crysis Unit (GCU), il centro servizi di proprietà e sotto la diretta gestione di GPS Standard, che attraverso la presenza di operatori specializzati è in grado di far intervenire direttamente le forze dell’ordine in caso di situazione critica.

Mi verrebbe da pensare che questa nuova strategia dei produttori italiani ed esteri operanti in Italia sia stata concordata come associazione di categoria.
Questa è sicuramente la loro risposta alla sicurezza di bassa qualità per arrivare direttamente al mercato residenziale; da sempre i produttori ritengono che siano gli installatori quelli che ricaricando troppo impediscono la diffusione dei prodotti professionali.

In questa loro visione del problema, i produttori ritengono che sia logico trasformare la nostra professione in quella di semplici montatori di apparati che si rendono disponibili ad installare impianti standardizzati presso i loro clienti.
Peccato non si ricordano delle grandi aziende multinazionali che hanno provato questo tipo di soluzione, in campi molto meno problematici tipo la telefonia con il risultato di installazioni e soluzioni pessime.

Molto spesso anche un installatore professionale con 20-30 anni di esperienza trova impegnativo risolvere il problema di dare vera sicurezza con impianti affidabili a prezzi contenuti, voglio vedere come i produttori risolveranno questo problema con dei montatori. Mi viene il sospetto che loro vogliono solo vendere i loro prodotti e risolvere il problema delle vendite, di quello della sicurezza penso si preoccupino meno.

Comunque il loro approccio è sbagliato e sicuramente ideato prima della crisi economica attuale, difficilmente riusciranno a convincere l'utente medio italiano a sobbarcarsi un canone mensile, per un servizio di ricezioni allarmi, quando le persone della classe media stanno tagliando le spese.
Quello della centrale operativa di ricezioni allarme è anche un servizio obsoleto, visto le recenti tecnologie che permettono sia all'installatore sia al cliente finale di controllare l'impianto meglio di quello che possono fare molti centri di ricezione allarmi.

Con i sistemi antifurto professionali si posso, ora, ricevere l'allarme di ogni singolo sensore, come messaggio vocale, SMS, e-mail con immagini e filmati allegati; posso vedere le telecamere direttamente dal mio telefonino, posso interagire con l'allarme tramite PC, telefono e cellulare.
Ammettendo che esistano sale operative in grado di fare tutto questo, chi è che può meglio capire la situazione di allarme o di guasto, il padrone di casa, il titolare o il responsabile della sicurezza di un'azienda, l'installatore che ha fatto l'impianto, o un operatore che non ha mai visto i luoghi, non conosce le persone e non sa le abitudini del cliente.

Con questo non voglio dire che le sale operative di ricezione allarme sono inutili, ma che questo servizio, se fatto bene, è un servizio costoso e non offre necessariamente soluzioni tecnologiche superiori; è invece molto utile la dove l'utente non sia pratico di tecnologie della comunicazione o non desidera occuparsi della gestione dell'impianto.
L'intervento "tempestivo" dell'istituto di vigilanza sul luogo, rappresenta un servizio sicuramente utile ma è anche costoso; a questo punto, potrebbe in alcuni casi essere più utile o conveniente, l'installazione di dispositivi antifurto attivi (nebbiogeni ed altro) che intervenendo immediatamente impediscano di fatto il furto.

Non vorrei che i produttori, o grandi aziende pensino di fare business con centrali operative che hanno decine di migliaia di clienti collegati, che assomigliano ai call center tipo Europ Assistance e/o di ricezione di allarmi medici, dove una signorina a 500 Km da casa mia cerca di capire cosa stia succedendo nel mio negozio.

A mio avviso la soluzione ideale sono i centri operativi di comune, zona o quartiere, dove gli operatori sono in stretto contatto con le stesse aziende d’installazione che conoscono i luoghi, gli impianti e i clienti.

Quindi tra venditori di antifurti giocattolo di bassa qualità, e soluzioni obsolete di produttori che mirano solo a mantenere quote di mercato, esiste uno spazio enorme dove l'installatore professionale è l'unico che può offrire la soluzione adeguata, dobbiamo solo informare e creare una cultura della sicurezza che possa essere compresa dagli utenti finali.

Saluti
Roberto Franzè

PS. come mi iscrivo alla parte riservata del forum?
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Patrizio Bosello
Produttore sicurezza
Produttore sicurezza
Messaggi: 418
Iscritto il: 02/10/2008, 13:35
Località: Padova
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Patrizio Bosello » 31/12/2010, 11:47

Roberto, condivido molto dei tuoi messaggi, e magari al ritorno a Padova metterò anch'io in forum qualche mia opinione in merito, anche se l'ho già fatto in modo reiterato almeno fin dal 2007 su questi argomenti, come ti potranno testimoniare gli amici del forum.

Per curiosità è il tuo sito questo, o è una omonimia?

http://www.infosed.it/antifurto-casa-vi ... a/offerte/
Occuparsi di sicurezza è una professione seria, anche se in Italia si fa di tutto per negarlo quotidianamente.

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 01/01/2011, 10:54

Roberto sono quasi pienamente daccordo con te.......... anche se sulle centrali operative la penso in modo diverso....
anzi credo che con queste si possa fare busness x noi istallatori..... ma è un altro discorso...
Tu parli di cose già affrontate di temi discussi un sacco di volte... ma qui siamo bravi tutti a fare la guerra con produttori centrali operative elettricisti ecc ecc... ma il punto non è questo.
Dovbbiamo decidere cosa fare da grandi , ogniuno di noi è un mondo a se.. e non siamo in grado di organizzarci è inutile tutto questo discorso perchè sono certo che tra 1 2 3 o 6 mesi saremo sempre i soliti 5o6 mentre tutti gil altri non ci seguiranno...
in fiera ho visto quelli dell'associazione italiana pesca sportiva (aips) azz quelli erano li con tanto di stand con gente che ha perso ore di lavoro per dedicarsi alle loro idee........ noi saremmo in grado???? o meglio chi è disposto a questi sacrifici (quando magari abbiamo il nostro impiantino da consegnare e non possiamo mollare il cantiere)
A parole è tutto semplice ma poi.......... ma tu guarda in quanti hanno risposto alla tua idea???? in quanti hanno risposto alle provocazioni........
Anzi magari qualcuno ora arriverà e scriverà che questo non è il posto per scrivere queste cose che il forum è nato con altri scopi.... pazienza dai ... spero che qualcosa si muova.. altrimenti andremo avanti a farci prende per il culo da tutti...produttori elettricisti ecc. ecc. ecc.
Felice anno nuovo a tutti
By Ema...
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 02/01/2011, 3:27

Ciao Patrizio

In effetti quel dominio è mio e potrebbe essere definito il mio sito, ma mi devi credere io non so cosa c'è scritto.
Quel sito l'ha fatto mio fratello, un informatico autodidatta ed è nato solo per lo scopo di farmi risultare come azienda su internet.
Circa due anni fà ho preso contatti con alcune aziende cinesi che producono molti dei prodotti, che noi acquistiamo in Italia e che i nostri produttori dicono che sono loro, però quando gli davo la mia e-mail finivano che non mi trovavano come azienda e non mi prendevano seriamente in considerazione.
Allora durante una trattativa, ho chiesto a mio fratello di fare un sito velocemente, perchè prima c'erà la pagina sito in costruzione; lui l'ha fatto in due gliorni, ma non è esperto di sicurezza e ha preso i testi da altri siti modificandoli un po'.

Io sono un piccolo artigiano e non uso il sito e la pubblicità, i miei clienti vengono solo dal passa parola.
La pagina dell'offerta, che tu hai messo come link, viene da un mio sito prova che invece sto realizzando io e che ho fatto per rispondere a TA, dopo la porcata che ha fatto, peccato che mi hanno subito intimato di togliere tutti i prodotti videoalarm perchè avevano guadagnato posizioni sui motori di ricerca e gli installatori sponsor hanno denunciato il fatto.

Comunque anche videoallarmi.it è un dominio che io ho comprato nel 2006, perchè già da allora avevo deciso di fare cultura attraverso la pubblicità comparativa come fanno negli U.S.A., ma per ora limitata alle diverse tipologie di sistemi.

Quarda questa presentazione, è una bozza perché il sito è in realtà una prova per vedere i risultati sui motori di ricerca:
http://www.videoallarmi.it/chi-siamo

Io vorrei confrontarmi su queste cose, ma in un'area protetta, perché cosi non posso scrivere di altre idee più operative.

Saluti
Roberto

Vorrei solo capire chi mi deve autorizzare e cosa devo fornire.
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 02/01/2011, 5:09

Ciao Emanuele,

Non credo che finirà male come dici tu, quella è la fine che farà l'associazione italiana pesca sportiva (AIPS) come la chiami tu. Un carrozzone che ha un suo stand e si confronta in una fiera che sta sempre più perdendo di significato, appartiene ad un passato che prima dimentichiamo e meglio è.
Il loro tentativo di tutelare la nostra categoria con l'aiuto di normative specifiche per questo settore, non farà altro che peggiorare la situazione delle piccole aziende, a vantaggio delle grandi.
Poi è abbastanza strano che alcuni dei promotori dell'AIPS, associazione a tutela degli installatori, che per la maggior parte sono piccole aziende, siano quelli che creano una loro privata SPA; io personalmente da artigiano faccio fatica a sentirmi rappresentato da loro.
A mio avviso, per esempio, Il tentativo dell'Europa di creare normative per fermare l'avanzata delle merci cinesi sta solo facendo più danni, le nostre aziende medio piccole chiudono schiacciate dalle tasse e da una burocrazia creata solo per favorire le grandi multinazionali.

Mi dispiace non aver conosciuto prima questo forum, perchè l'iniziativa del forum è lodevole, noto un po' di inesperienza nel campo informatico e di come si veicola l'informazione su internet, ma tutto superabile.
Ci sono a mio avviso anche delle strategie un po' pericolose, ma è meglio parlarne in privato.

Saluti
Roberto
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4072
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 02/01/2011, 11:03

Nonostante l'inequivocabile interesse della discussione ci stiamo spostando molto dall'argomento del topic (Campagna videoalarm), preferirei spostare qualche intervento su di un topic aperto all'uopo, visto che qui si va per le lunghe, per evitare pagine che poco hanno a che vedere con il 3D, che ne dite?

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 02/01/2011, 11:29

ok Boss ma apri tu questa discussione... dove ti sembra più opportuno..
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!

Avatar utente
Davide Marcomini
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4072
Iscritto il: 03/10/2007, 20:06
Skype: Davide.Marcomini
Località: Rovigo
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Davide Marcomini » 02/01/2011, 12:00

Riprendiamo qui la discussione figlia di QUESTA che stava proseguendo su una strada diversa. Per correttezza, segnalo che tempo fa era stata aperta una discussione che potrebbe essere correlata QUI

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 02/01/2011, 18:37

Cavolo Roberto non ci posso credere.... ti hanno fatto togliere i prodotti videoalarm dal tuo sito?????????
pensa te...... a parte che bisognerebbe capire se la cosa è legale.... azz bisogna fare per metterli sul sito pagare la SIAE ???? : tongue : : tongue : : tongue :
Comunque stanno migliorando visto che per far togliere i manuali tecnici da vari siti ci abbiamo messo mesi e mesi e mesi per convincerli..........
e per non far vendere più su alarm store (per chi non lo sapesse alarm store è di un fondatore dell'associazione italiana pesca sportiva) i prodotti TA abbiamo dovuto fare mosse un po .......
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!

Avatar utente
Roberto Videoallarmi
Installatore Sicurezza
Installatore Sicurezza
Messaggi: 58
Iscritto il: 21/12/2010, 18:53
Skype: franzeroberto
Località: Roma

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Roberto Videoallarmi » 02/01/2011, 22:50

Ciao Davide

Io propongo di uscire dalla discussione sul videoalarm e continuare su quella correlata Associazionismo-cooperazione http://www.forum-sicurezza.eu/phpbb/viewtopic.php?f=146&t=6521#p7886, o di rinominare questa in quel modo e portare qui le discussioni già iniziate nel gennaio 2009, sperando che ci siano di buon auspicio.

Però suggerisco di renderla privata e per ora di solo accesso agli installatori o altre figure professionali che ne richiedono espressamente l'accesso.

Inizialmente non è favorevole parlarne in tanti, prima delineamo delle linee guida e poi apriamo una discussione specifica, magari in un apposito forum dedicato all'iniziativa.
Qui non stiamo parlando di come va una centrale o un sensore, ma di una professione che rischia di scomparire, se le persone sono interessate bene, altrimenti è giusto che la nostra professione sia assorbita da altre categorie.

Parliamoci chiaro nella nostra categoria, di installatori professionali non è che c'è ne siano molti, già il 50% non sono altro che semplici montatori di apparati, ed un'altro 30% ha una minima preparazione tecnica insufficiente a raccogliere le sfide delle nuove tecnologie.
Ma malgrato la nostra sia un'armata brancaleone, è molto meglio di quello che propongono:
- alcuni produttori con i loro franchising
- gli informatici che installano la videosorveglianza IP come se fosse una rete di PC
- gli elettricisti, che se avessero un minimo di capacità si dedicherebbero a far crescere la domotica, che veramente è il futuro
- i venditori di apparati giocattolo cinesi.
- i dopolavoristi
- ecc..

Insomma vi vedo troppo sfiduciati, è vero non è detto che riusciremo a realizzare iniziative concrete, è vero che magari anche se le realizziamo è possibile non abbiano successo, ma almeno potremmo dire di averci provato.
Io vi dico una cosa molto chiaramente, non riusciremo mai a difendere le quote di mercato che avevamo prima, dalle categorie sopra elencate, però esiste una fetta di mercato che possiamo consolidare, ma solo se lo facciamo insieme.

Saluti
Roberto
Il CLIENTE, non sa nulla della sicurezza, vuole solo essere PROTETTO e RASSICURATO.
La mia PROFESSIONE consiste nell'offrire la migliore soluzione di sicurezza, considerando le esigenze del cliente e la sua volontà e/o possibilità di spesa.

Avatar utente
Emanuele Colombo
Staff
Staff
Messaggi: 474
Iscritto il: 14/03/2008, 16:49
Località: Castellanza VA
Contatta:

Re: Fare gruppo serve?!

Messaggio da leggereda Emanuele Colombo » 02/01/2011, 23:31

Roberto .. prova tu con nuove idee per far crescere questo argomento tra gli istallatori.. perchè io e forse noi non ci siamo riusciti.... e credimi i soliti 4 o 5 non esiteranno a venirti dietro..
I veri uomini non sono quelli che non cadono mai ma quelli che sanno rialzarsi...by Ema

Ti piace il forum? Contribuisci alla sua crescita, versa un piccolo contributo anche tu!


Torna a “Collaborazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite